Non c'è vento da perdere

09 agosto 2010 | Docuscienza

 

di Francesco Cabras

 

Il video di Greenpeace, realizzato presso il parco eolico di Poggi Alti di Endesa, intende mostrare come l’eolico possa inserirsi nel paesaggio e convivere con le attività tradizionali. Le fonti rinnovabili, pur con un impatto sul territorio, non produrranno scorie radioattive da custodire per secoli e non saranno causa di trasformazioni irreversibili. Le emissioni di gas serra mondiali andranno dimezzate entro il 2050. L’unica strada percorribile per raggiungere questo obiettivo è avviare una “rivoluzione energetica pulita”, fondata su misure di efficienza energetica e sul rapido sviluppo di quelle rinnovabili. Il solare fotovoltaico potrà essere una soluzione nel medio-lungo periodo, ma oggi si deve puntare  sull’eolico

 

produzione: Ganga Film, Greenpeace Italia

 

vai al sito di Greenpeace

contatti

 

Video correlati