Missione Adulis 2012: non solo scoperte ma anche protezione del sito

21 marzo 2012 | News ed Eventi

La Missione Adulis continua. Sotto la direzione di Alfredo e Angelo Castiglioni viene costruita una siepe di protezione che delimiterà e preserverà il sito sia dagli agenti atmosferici che dalla presenza di animali

Intanto i ricercatori lavorano alacremente e continuano a scoprire reperti interessanti.

Nel settore 1, riferibile alla fase di occupazione precedente al III secolo dopo Cristo, è stato rinvenuto un grosso focolare e materiale metallico fuso tra cui due monete.

Nel settore 2, quello della chiesa, sono stati scoperti pilastri per la divisione delle anvate e due balsamari quasi interi di vetro verde e di vetro azzurro, utili per i rituali o provenienti da una tomba.

Nel settore 3 prosegue il lavoro su un imponente crollo di mura, dove sono state rinvenuti interessantissimi reperti ceramici

La Missione Adulis - Eritrea 2012 - progetto del Ce.RDO (Centro Ricerche sul Deserto Orientale) di Alfredo e Angelo Castiglioni, voluto dal Presidente dell'Eritrea Isaias Afewerki. Missione scientifica a cura del Museo Civico di Rovereto e del Centro di GeoTecnologie dell'Università di Siena in collaborazione con ASI – Agenzia Spaziale Italiana, Archeologia Viva - Giunti editore e Gruppo Piccini.

vedi anche Missione Adulis 2012: novità dagli scavi

Video correlati