I vincitori della XXIV Rassegna del Cinema Archeologico

14 ottobre 2013 | News ed Eventi

I film premiati alla XXIV Rassegna Internazionale del Cinema aecheologico:

Nell’ultima serata della manifestazione, presentata da Piero Badaloni, sono stati premiati i film vincitori di questa edizione.

L’ITALIA DEI LONGOBARDI, di Eugenio Farioli Vecchioli, prodotto dall’Associazione “Italia Langobardorum” che vince il Premio Città di Rovereto/Archeologia Viva, attribuito dal pubblico

 Il film francese C’ERA UNA VOLTA…LE MILLE E UNA NOTTE, vince il premio Paolo Orsi 2013, premio assegnato per la produzione di un nuovo documentario a carattere archeologico da una giuria internazionale composta da Richard Pettigrew, presidente dell’Archaeological Legacy Institute dell’Oregon, da Josep Borrell, antropologo e giornalista direttore delle riviste Clio e Rutas del Mundo di Barcellona e Katia Malatesta, storica dell’arte e direttrice del festival Religion Today.

La giuria ha attribuito anche menzioni speciali ai film  La montagne magique e a Corazon del cielo, corazon de la tierra

Altri due i film premiati durante la serata, sempre attraverso la votazione del pubblico:

Nella sezione “Antropologia e società”, vince il film Tombeau pour l’Urss di Jean Paul Fargier, con la consulenza scientifica di Francois Gentili, presente a ritirare il premio.

Mentre il vincitore della “Finestra per le scuole” attribuito dagli studenti è il documentario Sulle tracce del mito. Cercando Ulisse a Itaca,  di Lorenzo d'Amico de Carvalho. Protagonisti del film sono gli splendidi siti archeologici dell'isola e la figura di Ulisse nella sua straordinaria modernità.

I Film della Rassegna possono essere rivisti al Museo Civico di Rovereto

 

Video correlati