Casa Verdi

02 aprile 2012 | Docuscienza

di Anna Franceschini

A Milano esiste un monumento storico speciale e unico al mondo: si chiama Casa Verdi ed è la casa di riposo per musicisti voluta e fondata da Giuseppe Verdi nel 1899 «nella quale raccogliere e mantenere persone dell’uno o dell’altro sesso addette all’Arte Musicale, che siano cittadini italiani e si trovino in stato di povertà». Nei suoi saloni affrescati vivono oggi quasi sessanta persone: musicisti, cantanti lirici, ballerine classiche e direttori d’orchestra, che possono qui dedicarsi alla loro passione senza l’affanno del quotidiano.
«Ho immaginato la casa stessa come una grande scatola-archivio in grado di contenere, in appositi scomparti, infinite esperienze in attesa di essere svelate al pubblico. L’architettura del luogo ha fatto da cassa di risonanza per ogni singola esperienza, dandole il giusto rilievo e i giusti gradi di separazione dalle altre. In questo modo credo di aver ottenuto una sorta di “film-catalogo” delle vite contenute in questo luogo e mi piacerebbe aver lasciato la sensazione di uno spazio liminare, dalla natura ibrida e abitato da esseri speciali»

produzione: Invisibile Film

vai al sito della produzione

contatti

 

Video correlati