Alla scoperta di Saturno con la missione Cassini-Huygens

31 maggio 2010 | Docuscienza

La missione Cassini-Huygens nel suggestivo filmato dell'Agenzia Spaziale ItalianaLa Missione, realizzata in collaborazione tra NASA, ESA ed ASI,  ha come scopo lo studio di Saturno e del suo sistema di satelliti ed anelli con particolare riguardo  al satellite Titano. La missione è partita nell'Ottobre 1997, e, dopo un viaggio di sette anni, l’orbiter Cassini (realizzato dalla NASA) e la sonda Huygens (realizzata dall'ESA) hanno  raggiunto il sistema di Saturno nel luglio 2004 e la sonda Huygens è felicemente atterrata sulla superficie di Titano il 14 gennaio 2005. La missione CASSINI  ha completato il suo primo ciclo di osservazione di Saturno e del suo sistema di satelliti nel giugno 2008, ma è già stata estesa fino al 2012. La fine missione è prevista nel 2017 limitata solo dalla necessità di evitare la possibile caduta sulla superficie di Titano o Encelado a causa della Planetari Protection.Contributo ItalianoL’ASI è uno dei partners  della missione Cassini : in base ad un accordo di collaborazione con la NASA ha sviluppato per la Cassini  l'antenna ad alto guadagno con incorporata un'antenna a basso guadagno (che assicureano le telecomunicazioni con la Terra per l'intera durata della missione), lo spettrometro VIMS,  il sottosistema di radioscienza  (RSIS) e il Radar che utilizza anch’esso l’antenna ad alto guadagno. L’ASI ha inoltre sviluppato, per la sonda Huygens, lo strumento HASI che ha misurato le proprietà fisiche dell’atmosfera e della superficie di Titano. vai al sito dell'ASI

Video correlati